PATENTE B

Per conseguire la Patente B dovrai aver compiuto 18 anni, frequentare lezioni e corsi di guida e completare la prova teorica e quella pratica. Una volta superata la prova teorica, riceverai il Foglio Rosa e potrai iniziare le esercitazioni su strada.

Con la Patente B potrai condurre:

• gli autoveicoli di massa complessiva non oltre le 3,5 tonnellate e con un numero di posti a sedere non superiore ad 8, conducente escluso. Potrai quindi guidare autocarri, autocaravan (camper), purché non eccedano la massa sopra indicata. Con la Patente B potrai condurre uno dei suddetti veicoli anche se trainano un rimorchio leggero (fino a 750 kg);
• gli autoveicoli di cui sopra (max 9 posti e 3,5 t) che trainano un rimorchio di massa superiore a 750 kg purché la somma delle masse massime autorizzate del complesso di veicoli (motrice + rimorchio) non sia superiore a 4250 kg. Ma attenzione, se la massa del suddetto complesso di veicoli è superiore a 3500 kg, per essere abilitato a guidarlo devi prima superare uno specifico esame di guida e sulla patente sarà riportato il codice 96 (codice armonizzato UE);
• le macchine agricole, comprese quelle eccezionali.
• le macchine operatrici purché non eccezionali.
• tricicli di potenza non superiore a 15 kW e quadricicli

Con la Patente B potrai anche condurre, ma solo in Italia:

• motocicli fino a 125 cm3, con un massimo di 11 kW di potenza e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 kW/kg
• tricicli di potenza superiore a 15 kW ma solo se hai almeno 21 anni

Con la patente B puoi inoltre guidare i veicoli conducibili con le patenti B1 (quadricicli a motore) e AM (ciclomotori a 2 o 3 ruote e quadricicli leggeri, le cosiddette “macchinine”).

Esame di teoria

L’esame di teoria consiste in un questionario a quiz con 40 affermazioni nella modalità Vero-Falso. Potrai commettere un massimo di 4 errori. L’esame prevede un tempo massimo per rispondere pari a 30 minuti. L’esame di teoria dovrà essere superato entro 6 mesi dall’iscrizione al conseguimento della Patente. Se sei già titolare di un’altra patente (non la patente AM o il CIGC), non dovrai sostenere l’esame di teoria.

Le 40 affermazioni dell’esame fanno riferimento a 25 capitoli ministeriali (troverai gli argomenti nei nostri libri di teoria).
In particolare, sono previste due domande su questi argomenti:

• Segnali di Pericolo
• Segnali di Divieto
• Segnali di Obbligo
• Segnali di Precedenza
• Segnalazioni semaforiche e degli agenti di traffico
• Segnali stradali orizzontali
• Pericolo e intralcio alla circolazione – Regolazione e limiti di velocità
• Distanza di sicurezza
• Norme sulla circolazione dei veicoli
• Ordine di precedenza nelle intersezioni
• Norme relative al sorpasso
• Norme varie (ingombro carreggiata, pannelli veicoli, ciclo extraurbano, etc)
• Cinture di sicurezza e altri dispositivi
• Comportamenti per prevenire incidenti stradali e in caso di incidente
• Guida in relazione alle qualità e condizioni fisiche e psichiche

Questi argomenti prevedono invece una sola domanda:

• Definizioni generali – doveri nell’uso della strada
• Segnali di indicazione
• Segnali verticali complementari e di cantiere
• Pannelli Integrativi dei segnali
• Fermata, sosta, arresto e partenza
• Uso delle luci e dei dispositivi acustici, spie e simboli
• Patenti di guida, sanzioni e documenti di circolazione
• Responsabilità civile e penale,  assicurazione r.c.a.
• Limitazione dei consumi – Rispetto dell’ambiente
• Elementi costitutivi del veicolo importanti per la sicurezza: uso e manutenzione

Esame di guida

La prova pratica ha l’obiettivo di valutare la capacità di condurre il veicolo secondo quanto stabilito a livello europeo.
(DM 30.9.2003 n. 40T). Ha una durata non inferiore ai 25 minuti, un tempo ragionevole per predisporre il veicolo ed effettuare tute le manovre richieste dall’esaminatore e che avrai già avuto modo di preparare a dovere grazie agli istruttori La Nuova Guida. Le manovre tipiche riguardano: partenza, arresto del veicolo, precedenze, incroci, sorpassi, parcheggi, salite, discese, retromarcia, ecc. Potrai effettuare l’esame a partire da un mese dopo l’emissione del Foglio Rosa.

Una parte importante che viene valutata è quella dei comportamenti, ovvero quelle norme che devono essere ricordate mentre si è alla guida. Fanno parte di questa categoria la corretta regolazione degli specchi, l’uso delle cinture di sicurezza, la propria postura alla guida, il rispetto della segnaletica, la distanza di sicurezza, l’uso degli indicatori di direzione e la corretta regolazione della velocità (fino all’arresto) in presenza dei semafori.

La vettura con cui avviene l’esame, fornita dalla nostra autoscuola, è dotata di doppi comandi ed è in genere quella con cui hai effettuato le lezioni di guida. Il tragitto viene scelto dall’esaminatore e può prevedere sia percorsi urbani sia extraurbani. Nessuna paura, accanto a te siederà il tuo istruttore di riferimento.

 

 
adminPATENTE B